Un contributo eccezionale sull’alleanza tra l’uomo e Dio

in: Novità editoriali su:
La centralità del patto stabilito da Dio con l’uomo come elemento distintivo nella meravigliosa relazione tra i due.

La centralità del patto stabilito da Dio con l’uomo come elemento distintivo nella meravigliosa relazione tra i due. Un tema che viene approfondito e sviluppato nell’ultima, importante opera pubblicata dalla casa editrice fiorentina BE Edizioni: si tratta dell’Istituzione della teologia persuasiva. Fascicolo 12: sull’alleanza di grazia di Francesco Turrettini, a cura di Pietro Bolognesi. Finalmente in italiano una pietra miliare della teologia che, per secoli, ha arricchito il pensiero evangelico.

«Un contributo eccezionale alla letteratura teologica - sottolinea Paul Feinberg, della Trinity Evangelical School di Deerfield, nell’Illinois -. Non si sbaglia mai a leggere i giganti e Francesco Turrettini è un gigante».

Il tema dell’alleanza è uno dei tratti caratteristici della fede protestante. Non ci può essere relazione tra il Signore e l’uomo, se non sulla base di un patto stabilito da Dio. Lui ha infatti stretto alleanza creando l’uomo e la realtà che lo circonda.

Purtroppo l’uomo ha spezzato quel patto, compromettendo tutte le caratteristiche della buona realtà creata dal Padre. Successivamente, Dio ha ristabilito la sua alleanza con l’uomo, mandando il proprio Figlio Gesù a morire per noi. Con il tema del patto non si è quindi davanti a una visione binaria, ma di tipo storico, che accantona le usuali polarizzazioni e colloca i vari aspetti della realtà in una cornice onnicomprensiva.

Turrettini aveva già sfiorato questo argomento trattando dei decreti divini, dello stato dell’uomo prima del peccato, del peccato in generale e del libero arbitrio; ma ora affronta le condizioni dell’alleanza. Il tema rimane certamente teologico e di grande attualità, con importanti implicazioni anche per la dottrina della chiesa.

 

GLI AUTORI

Francesco Turrettini (1623-1687) apparteneva a una famiglia che dovette lasciare l’Italia causa religionis. Nipote di Giovanni Diodati, compì studi di filosofia e teologia con i maggiori maestri del tempo nei centri di pensiero più importanti, come Leida, Utrecht, Parigi, Saumur, Montauban e Ginevra. Nel 1648 divenne pastore della chiesa di Ginevra, con l’incarico di curare anche la comunità italiana. Succedette a Théodore Tronchin nella cattedra di teologia all’Accademia di Ginevra (1653), dove divenne anche rettore (1668). La sua opera fondamentale rimane la Institutio Theologicae Elencticae (1679-85), ma pubblicò anche trattati sulla morte di Cristo e sul cattolicesimo, oltre ad alcuni suoi sermoni. Morì il 28 settembre 1687 a Ginevra, nella “maison Turrettini”.

Pietro Bolognesi è docente di teologia sistematica all’Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione di Padova. È stato membro della Commissione teologica dell'Alleanza Evangelica Mondiale, direttore della rivista Studi di teologia e di Ideaitalia. Tra le sue pubblicazioni il Dizionario di teologia evangelica, insieme a L. De Chirico e A. Ferrari, Eun, 2007; Tra credere e sapere. Dalla Riforma protestante all’Ortodossia riformata, Alfa e Omega, 2011. È membro del Collegio dei Garanti della Comunione dei teologi evangelici europei. Esercita il ministero pastorale nella Chiesa evangelica riformata battista di Padova.

 

SCHEDA TECNICA

Francesco Turrettini

A cura di Pietro Bolognesi

Istituzione della teologia persuasiva

Fascicolo 12: sull’alleanza di grazia

Pagine 195 - 16,00 €

Formato 15x21

ISBN 978-88-97963-45-5

Prima edizione: Settembre 2022

Potete leggere un estratto e acquistare il libro Istituzione della teologia persuasiva. Fascicolo 12: sull’alleanza di grazia

Commenti

Lascia un tuo commento

group_work Consenso cookie