"In nessun altro è la salvezza; perchè non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati."
Atti 4:12

Recensione: Il film Noah. Un fantasy non biblico. 1 parte

noah 2Non biblico, per sua stessa ammissione

Darren Aronofsky , regista e lo sceneggiatore di Noah, ha dichiarato alla rivista The New Yorker che il suo è «il film meno biblico che mai sia stato prodotto»1

Il 27 marzo, un gruppo di ricercatori di Answers in Genesi [1] ha guardato il film Noah. In base alle impressioni di alcuni fidati collaboratori dell’opera, compreso un membro dello staff, eravamo riluttanti a spendere del denaro per guardare questo spettacolo non biblico. Ma prima ancora che il film fosse uscito nelle sale, AiG aveva già ricevuto centinaia di domande su quale fosse la nostra posizione in proposito, così abbiamo pensato che fosse opportuno che un gruppo di ricerca di AiG visionasse il film e ne scrivesse una recensione.

Leggi tutto: Recensione: Il film Noah. Un fantasy non biblico. 1 parte

3 ragioni per cui non raccomando entusiasticamente la serie TV sulla Bibbia di History Channel

La Bibbia filmNon è facile adattare un libro a un film. Qualche volta i film tratti dai libri riescono sorprendentemente bene (per es.: The Gospel of John, il film biblico che preferisco), ma spesso no (per es.: la recente serie di film su Narnia).

Nel marzo del 2013 History Channel ha diffuso una serie TV sulla Bibbia. Circa 100 milioni di persone hanno guardato la serie, per intero o in qualche sua parte (io ho acquistato la serie in DVD dopo aver letto due recensioni).

Da una parte, senza dubbio per alcuni spettatori questa serie sarà un mezzo giustificato da un buon fine:

  1. 1. Alcuni pensano che la Bibbia sia un noioso vecchio libro pieno di regole inutili o mal comprese. Questa serie può essere la scintilla di un interesse verso la Bibbia che li spingerà a leggerla davvero. Questo è positivo.
  2. Alcuni pensano che la Bibbia sia una raccolta di brevi racconti sconnessi o debolmente collegati fra loro. Questa serie può aiutare le persone a considerare la Bibbia come un’unica grande storia con alcuni momenti decisivi: si va dalla creazione, alla caduta, a Noè, ad Abramo, all’esodo, a Israele per raggiungere l’apice con Gesù. Questo è positivo.
  3. Alcuni sono relativamente ignari di come si presentasse culturalmente il mondo della Bibbia. Questa serie può aiutare le persone a capire meglio quali erano gli scenari politici, o qual era il modo di vestire tipico delle persone, o che aspetto potevano avere le varie località. Questo è positivo.

Leggi tutto: 3 ragioni per cui non raccomando entusiasticamente la serie TV sulla Bibbia di History Channel

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina della informativa sui cookies