"Dio, nostro Salvatore, vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità. Infatti c'è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato sè stesso come prezzo di riscatto per tutti"
Timoteo 2:3

Quando un addio ti cambia la vita

voti infrantiNel suo ultimo libro, pubblicato da BE Edizioni, John Greco racconta la fine del suo matrimonio e il lungo percorso di recupero della serenità.

Per la società il divorzio è diventato un’esperienza di routine: nell’era del disimpegno e dell’individualismo pare scontato cambiare ciò che non funziona, anche quando riguarda i rapporti umani. Un atteggiamento incoraggiato da un immaginario culturale forgiato su film, libri, serie televisive che presentano la fine di un matrimonio come una soluzione accettabile, se non addirittura desiderabile, per chi “non sente più niente” nei confronti del partner. Una “soluzione” che, ormai, viene presa in considerazione senza troppe remore anche da chi sostiene di seguire un’esperienza di vita cristiana.

Il divorzio viene quindi visto come una soluzione, ma la realtà purtroppo è ben diversa. Il divorzio è un’esperienza devastante, in particolare per chi lo subisce suo malgrado: un’esperienza che provoca il vuoto dentro e attorno a sé, che solleva domande angosciate e disperate, che rischia di portare a reazioni estreme, a chiusure verso l’esterno, stravolgendo l’approccio nei confronti della vita e delle relazioni umane.

Lo ha sperimentato in prima persona John Greco, che in Voti infranti - Il divorzio e la bontà di Dio racconta la sua vicenda. Greco vive un matrimonio sereno, un’esperienza di studi teologici alle spalle e la prospettiva di un tranquillo impegno da pastore presso una chiesa evangelica nell’Ohio; una vita senza scossoni, fino al giorno in cui sua moglie gli annuncia l’intenzione di andarsene. Mandando in frantumi, oltre al matrimonio, il suo impegno pastorale, e dando il via a una fase della vita che Greco non avrebbe mai immaginato di dover attraversare.

Nelle pagine del volume, proposto in italiano da BE Edizioni, l’autore ripercorre questa drammatica esperienza e le varie tappe affrontate, in particolare sul piano spirituale. Perché un divorzio è prima di tutto una sfida con il proprio futuro e, per un cristiano, un confronto serrato con Dio. Dalla fase della disperazione a quella della pacificazione, Greco affronta tutte le sfumature spirituali di un dolore sordo, spesso incomprensibile a chi non lo ha provato, e offre le sue riflessioni di viaggio in cinque capitoli, scritti con la serenità di chi ha ritrovato, se non il senso di un percorso, la consapevolezza della “bontà di Dio”.

Il volume di Greco si dipana su due versanti, relazionale e personale: da un lato il rapporto con gli altri, tra l’indelicatezza dei più, anche di molti responsabili di chiesa (del resto, ammette, «è nella natura umana classificare, catalogare e passare oltre») e i consigli degli amici, «benintenzionati ma incapaci di consolare (e a volte dannosi)», cui si aggiunge un approccio problematico verso gli altri, condizionato dalla paura del giudizio; sull’altro fronte si alternano i delicati meccanismi psicologici di una condizione sui generis, dove in una prima fase l’autocolpevolizzazione si alterna al vittimismo. Fino a quando, con il tempo, il dolore si stempera, la rabbia lascia spazio alla pacificazione e l’assenza di prospettive umane si scioglie nella fede in Dio, permettendo all’autore di ritrovare, dopo un percorso lungo e accidentato, l’equilibrio della sua “identità in Cristo”, raggiungendo la consapevolezza che solo in Gesù - non nei suoi doni - possiamo sperimentare il suo “amore straordinario”.

L’AUTORE

John Greco vive ad Atlanta (Georgia) dove lavora come autore. Ha studiato presso il Gordon College e il Gordon-Conwell Theological Seminary. Scrive regolarmente sul suo blog BlogInMyOwnEye.com.

SCHEDA TECNICA

John Greco
Voti infranti
Il divorzio e la bontà di Dio

Pagine 108 – 9,00 €
Collana Miscellanea
Formato 11,5x16,8
ISBN 978-88-97963-63-2
Prima edizione: Gennaio 2015

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Voti infranti e anche acquistarlo online

Il Gesù esigente di Piper

Gli insegnamenti ai discepoli riletti e approfonditi attraverso cinquanta indicazioni tratte dai vangeli .

Se il tuo proposito per il nuovo anno è intraprendere con maggiore impegno il tuo percorso di fede ripartendo agli insegnamenti base di Gesù, il nuovo volume di John Piper fa al caso tuo: "Ciò che Gesù esige dal mondo" è il volume ideale per incoraggiare e motivare il cristiano a rimettere Dio al centro della propria vita.
Comincia il 2016 con le giuste motivazioni!

cio che gesu esige dal mondoCinquanta imperativi per cinquanta comandamenti: il teologo John Piper sceglie di ripercorrere il cristianesimo attraverso cinquanta indicazioni offerte da Gesù.

In Ciò che Gesù esige dal mondo, pubblicato in italiano negli anni Novanta e ristampato ora da BE Edizioni, il verbo “esige” non è usato a caso: partendo infatti da cinquanta insegnamenti in cui Gesù ha usato una forma imperativa (selezionati tra oltre cinquecento evidenze totali e suddivisi per categorie), Piper offre una panoramica a tutto tondo essenziale per la conoscenza del cristianesimo.

«Ci vuole un certo coraggio per leggere questo libro - riconosce Rinaldo Diprose nella prefazione italiana originale - non perché Piper dica cose nuove, ma perché trasporta la concezione della vita cristiana da un comodo concetto di culto domenicale alla pubblica piazza, da un impegno astratto alla realtà di essere come il Maestro in un mondo che ha odiato sia lui sia suo Padre e sicuramente mostrerà ostilità verso chi vivrà da vero discepolo».

Ciò che Gesù esige dal mondo è un volume avvincente che non fa sconti a nessuno: si tiene lontano da ogni forma di buonismo per riscoprire Gesù come “una persona esigente” e riflettere «sul significato e sulle motivazioni dei comandi di Gesù così come appaiono nei Vangeli, alla luce della sua persona e della sua opera».

Il volume conta quasi cinquecento pagine ma non richiede una lettura lineare: si sviluppa in capitoli indipendenti, che si possono affrontare autonomamente e utilizzare come base per singoli approfondimenti sulle tematiche affrontate.

L'AUTORE

John Piper è il fondatore di Desiring God e rettore del Bethlehem College and Seminary di Minneapolis, negli Stati Uniti. È stato pastore alla Bethlehem Baptist Church di Minneapolis per oltre trent’anni ed è autore di oltre sessanta libri. È sposato con Noël e ha cinque figli.

L’autore sarà in Italia a giugno 2016, relatore principale della conferenza Missione organizzata da IM.

SCHEDA TECNICA

John Piper

Ciò che Gesù esige dal mondo

pagine 471 - 26,00 €

ISBN 978-88-97963-28-8

prima edizione: Gennaio 2016

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Ciò che Gesù esige dal mondo e anche acquistarlo online

 

Ho il Parkinson e sono in pace

grudem wayneMercoledì scorso il mio medico di famiglia mi ha visitato con dei sintomi un po’ preoccupanti e ha ipotizzato un morbo di Parkinson. Mi ha mandato da una neurologa e lei venerdì ha confermato che senza ombra di dubbio ho il morbo di Parkinson.

Si tratta di un disturbo neurologico progressivo per cui non esiste nessuna terapia nota, anche se ci sono dei farmaci che alleviano i sintomi e possono rallentare il decorso della malattia. Il medico mi ha prescritto una medicina che giova ad alcuni pazienti, ma non ad altri. Non ha ritenuto che i miei sintomi fossero così forti da prescrivermi il farmaco più comune (la dopamina), perché la sua efficacia diminuisce con il tempo e non voleva incominciare la cura troppo presto.

Abbiamo iniziato le pratiche per avere un appuntamento presso il Barrow Neurological Institute, che secondo Wikipedia è “l’istituto per la ricerca e il trattamento delle neuropatie più grande del mondo” e si trova qui a Phoenix.

Fra i sintomi che al momento manifesto, c’è un calo del controllo motorio, sicché la mia calligrafia è al tempo stesso meno leggibile e più confusa; quando scrivo alla tastiera, a volte batto un tasto due volte o non lo batto per niente; il controllo che ho sul mouse del computer non è troppo preciso. È anche più difficile abbottonarmi la camicia e a volte, quando cerco di prendere le cose, sento un leggero tremolio. Sono tutte cose che riesco ancora a fare, solo con un po’ più di lentezza, mi ci vuole più concentrazione. In più, mi sembra di muovere le braccia e le gambe più lentamente nelle comuni attività quotidiane. Mia moglie, Margaret, dice che a volte l’aspetto del mio volto sembra un po’ “spento” e noto che è più difficile sorridere. In foto recenti, il mio sorriso non appariva più autentico o naturale; sembrava più forzato.

I sintomi e la velocità di progressione della malattia variano moltissimo da un paziente all’altro e a quanto pare è impossibile fare delle previsioni. A volte, il decorso è molto lento, come nel caso di Billy Graham, che ha il Parkinson da ventisei anni (ora ne ha novantasei). Anche l’attore Michael J. Fox ha il Parkinson e ha continuato a lavorare. Nel caso di altre persone, però, la malattia progredisce più velocemente.

Leggi tutto: Ho il Parkinson e sono in pace

Turrettini, uno sguardo a 360 gradi sulla Bibbia

istituzione della teologia persuasiva 2Esce per i tipi di BE Edizioni il secondo volume tratto dalla Istituzione della teologia persuasiva del teologo riformato Francesco Turrettini (1623-1687) : tema del volume, la Sacra Scrittura.

A distanza di sei mesi dall'uscita del primo fascicolo, BE Edizioni propone il secondo volume della "Istituzione della teologia persuasiva", opera principale di Francesco Turrettini (1623-1687).

Il secondo locus, dedicato dal teologo riformato alla dottrina della Scrittura, procede con la dinamica già sperimentata nella prima parte, dedicata alla teologia: attraverso ventun questiones l'autore si interroga, risponde e confuta le tesi avverse - in particolare sui versanti cattolico e razionalista - su argomenti di particolare rilevanza, dalla necessità della rivelazione divina attraverso la Scrittura all'autorità autentica del testo biblico, dalla completezza del canone biblico al modo di intendere oggi l'Antico Testamento e alla posizione da attribuire ai libri apocrifi, dalla purezza delle fonti all'annosa discussione sulle traduzioni, dalla perfezione della Bibbia, alla lettura, dall'interpretazione all'autorità da attribuire agli scritti dei Padri della Chiesa.

Turrettini guida il lettore lungo un percorso analitico sempre lucido e attento ai dettagli; nonostante gli oltre tre secoli che ci separano dalla prima pubblicazione del testo, dalla lettura emerge un affresco che risulta sorprendentemente nitido, capace di indicare in maniera chiara al credente il posto che la Bibbia dovrebbe avere per la sua vita, la sua condotta e le sue convinzioni di fede.

Il piano dell’opera e il primo volume sono stati presentati a maggio 2015 in occasione del Salone del libro di Torino; i l video della presentazione è disponibile su l canale youtube di BE Edizioni, alla pagina www.youtube.com/user/beedizioni.

L'AUTORE

Francesco Turrettini (1623-1687). Apparteneva a una di quelle famiglie che dovettero lasciare l’Italia causa religionis. Nipote di Giovanni Diodati compì studi di filosofia e teologia con i maggiori maestri del tempo frequentando i centri di pensiero più importanti come Leida, Utrecht, Parigi, Saumur, Montauban e Ginevra.

Nel 1648 divenne pastore della chiesa di Ginevra, con l’incarico di curare anche la comunità italiana. Succedette a Théodore Tronchin nella cattedra di teologia all’Accademia di Ginevra (1653) dove divenne anche rettore (1668).

La sua opera fondamentale rimane la Institutio Theologicae Elencticae (1679-85), ma pubblicò anche trattati sulla morte di Cristo e sul cattolicesimo, oltre ad alcuni suoi sermoni. Morì il 28 settembre 1687 a Ginevra nella “maison Turrettini”.

IL CURATORE

Pietro Bolognesi è docente di teologia sistematica all’Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione di Padova. È stato membro della Commissione teologica dell'Alleanza Evangelica Mondiale, direttore della rivista Studi di teologia e di Ideaitalia. Tra le sue pubblicazioni il Dizionario di teologia evangelica, insieme a L. De Chirico e A. Ferrari, Eun, 2007; Tra credere e sapere. Dalla Riforma protestante all’Ortodossia riformata, Alfa e Omega, 2011. Membro del Collegio dei Garanti della Comunione dei teologi evangelici europei. Esercita il ministero pastorale nella Chiesa evangelica riformata battista di Padova.

SCHEDA TECNICA

Francesco Turrettini
a cura di Pietro Bolognesi

Istituzione della teologia persuasiva

Fascicolo 2: Sulla Sacra Scrittura

Pagine 235 – 16,00 €

ISBN 978-88-97963-37-0

Prima edizione: Novembre 2015

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Istituzione della teologia persuasiva. Fascicolo 2 e anche acquistarlo online

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina della informativa sui cookies