"Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato"
Atti 16:31

Citazioni: Dio è l'oceano!

‘‘Gioire in Dio è l'unico piacere che può soddisfare pienamente l'anima nostra. Andare in cielo per gioire perfettamente in Dio è infinitamente meglio della condizione più piacevole sulla terra. Padri, madri, mariti, mogli, figli e gli amici più cari sono solo ombre: Dio è la sostanza. Tutti questi piaceri temporali sono solo dei raggi: Dio è il sole! Sono solo ruscelli: Dio è l'oceano!’’


Jonathan Edwards

The work of Jonathan Edwards,vol. 2, pag.244

Abbiamo anche noi a che fare con questa Parabola?

«Ascoltate: il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada; e gli uccelli vennero e lo mangiarono. Un'altra cadde in un suolo roccioso dove non aveva molta terra; e subito spuntò, perché non aveva terreno profondo; ma quando il sole si levò, fu bruciata; e, non avendo radice, inaridì. Un'altra cadde fra le spine; le spine crebbero e la soffocarono, ed essa non fece frutto. Altre parti caddero nella buona terra; portarono frutto, che venne su e crebbe, e giunsero a dare il trenta, il sessanta e il cento per uno». Poi disse: «Chi ha orecchi per udire oda».

...Poi disse loro: «Non capite questa parabola? Come comprenderete tutte le altre parabole?

Il seminatore semina la parola. Quelli che sono lungo la strada sono coloro nei quali è seminata la parola; e quando l'hanno udita, subito viene Satana e porta via la parola seminata in loro. E così quelli che ricevono il seme in luoghi rocciosi sono coloro che, quando odono la parola, la ricevono subito con gioia; ma non hanno in sé radice e sono di corta durata; poi, quando vengono tribolazione e persecuzione a causa della parola, sono subito sviati. E altri sono quelli che ricevono il seme tra le spine; cioè coloro che hanno udito la parola; poi gli impegni mondani, l'inganno delle ricchezze, l'avidità delle altre cose, penetrati in loro, soffocano la parola, che così riesce infruttuosa. Quelli poi che hanno ricevuto il seme in buona terra sono coloro che odono la parola e l'accolgono e fruttano il trenta, il sessanta e il cento per uno».

Marco 4:1-20

Ecco la famosissima parabola del seminatore!

Molte persone pensano che qui le parole di Gesù abbiano a che fare solamente con il primo ascolto della parola. Quando le persone ascoltano l'annuncio del Vangelo, i loro cuori danno risposte differenti. Questo è vero, ogni cuore ha risposto e risponde in maniera differente al primo annuncio della Parola. Ma penso anche che questa Parabola abbia tanto da dire anche a chi è già un credente.

Leggi tutto: Abbiamo anche noi a che fare con questa Parabola?

L'importanza dell'amore

cuoreSe parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi amore, sarei un rame risonante o uno squillante cembalo. Se avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede in modo da spostare i monti, ma non avessi amore, non sarei nulla. Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a niente.

L'amore è paziente, è benevolo; l'amore non invidia; l'amore non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, non addebita il male, non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.

L'amore non verrà mai meno. Le profezie verranno abolite; le lingue cesseranno; e la conoscenza verrà abolita; poiché noi conosciamo in parte, e in parte profetizziamo; ma quando la perfezione sarà venuta, quello che è solo in parte, sarà abolito. Quando ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino; ma quando sono diventato uomo, ho smesso le cose da bambino. Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto.

Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l'amore.

1 Corinzi 13

Questo testo viene spesso utilizzato per i matrimoni, quando in realtà non c'è posto più azzeccato che nel contesto della chiesa e dei doni spirituali.

Troviamo in questo testo una miscela esplosiva!

Leggi tutto: L'importanza dell'amore

E' possibile comprendere le vie di Dio?

Ecco qui un bel paragrafo di un famoso libro, più volte ristampato e tradotto in varie lingue: Gesù nostro destino.
Qui abbiamo riportato un paragrafo del capitolo 6 .
In questo breve stralcio Wilhelm Busch cerca di farci capire come sia veramente arduo per noi comprendere appieno le vie di Dio, alle volte per noi rimarranno oscure, ma anche in questi casi dovremmo sempre confidare che ogni cosa succede per un suo buon proposito.

''Secondo me, un Dio che si potrebbe  concepire e comprendere non potrebbe essere veramente Dio, sarebbe come un'uomo. Se un bambino non capisce cio che fà il padre, come potremmo noi comprendere le vie di Dio? Nelle vecchie antologie c'era una volta questa bella storia che vorrei riportare qui di seguito.

C'era una volta un vecchio uomo solitario che mormorava continuamente contro le vie di Dio. Un giorno, però, ebbe un sogno e vide qualcosa che lo fece tacere per sempre: gli apparve un messaggero di Dio che gli ordinò di andare con lui. Giunsero in una casa dove furono accolti caldamente.

Leggi tutto: E' possibile comprendere le vie di Dio?

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina della informativa sui cookies