"In nessun altro è la salvezza; perchè non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati."
Atti 4:12

Chi siamo

BE Edizioni è una piccola casa editrice fiorentina. Dal 2010 produciamo libri di ispirazione cristiana con l'obiettivo di diffondere in Italia il pensiero evangelico, valorizzandone la ricchezza per offrire al lettore un'esperienza cristiana che abbiamo trovato stimolante e che, riteniamo, possa dare molto a chi cerca la Verità.

I nostri libri raccontano la nostra idea di fede cristiana: un'idea serena, onesta, attenta alla realtà, capace di dialogare con tutti confrontandosi con rispetto ma senza timori reverenziali.

Il nostro approccio spazia tra la teologia e l'etica quotidiana, perché riteniamo che per un cristiano oggi sia fondamentale approfondire il pensiero biblico e, allo stesso tempo, applicarlo alle molteplici sfide del contesto sociale in cui vive e opera.

A completare la nostra offerta si sono aggiunte nel tempo otto collane specifiche che attingono a proposte italiane o si allargano al panorama internazionale per raccogliere gli stimoli, gli spunti ma anche gli allarmi di un mondo cristiano in continuo fermento.

Il sogno di BE Edizioni diventa realtà, giorno dopo giorno, grazie a una squadra giovane ed entusiasta che contribuisce con passione alla realizzazione dei suoi progetti editoriali, curandone con attenzione ogni aspetto, per offrire al lettore un'esperienza originale e caratterizzata dalla qualità.

BE Edizioni Blog

Riflessioni sulla fine

Untitled giustoLa morte è al centro del nuovo libro di BE Edizioni: il pastore inglese Marcus Nodder affronta, con delicatezza e competenza biblica, il tema della scomparsa e del distacco.

Una situazione che accomuna tutti gli esseri viventi, un argomento su cui hanno discusso e riflettuto tutti i filosofi, una sfida per la scienza, un tema ricorrente nella letteratura, nell'arte, nel cinema: la morte è tutto questo, e molto altro. Di fronte alla morte l'essere umano si ferma e si interroga, consapevole di un destino che, presto o tardi, lo riguarderà. E, a seconda della propria fede e delle convinzioni personali, affronta il pensiero con approcci diversi: serenità, rassegnazione, rabbia, terrore.

Nonostante le promesse collegate alla fede cristiana, la morte resta un tema difficile da trattare anche sul piano teologico e dottrinale per le intense reazioni che provoca: per questo è da apprezzare Cosa accadrà quando morirò?, proposto ora in italiano da BE Edizioni, dove Marcus Nodder tratta l'argomento con un approccio sobrio ed equilibrato.

In sei capitoli Nodder affronta il tema a tutto tondo: Bibbia alla mano riflette sul tema del lutto, sul rapporto con le persone scomparse (compreso lo scomodo tema della preghiera per i defunti), sugli spiriti, ma anche su questioni pratiche (la scelta tra cremazione o sepoltura); con continui riferimenti alla Scrittura e all'esperienza cristiana espone le ipotesi sul post-mortem (“sonno dell'anima o con il Signore?”), suggerisce come affrontare la perdita di una persona cara e si interroga su come sarà la vita nell'eternità.

Con una certezza finale: «se siamo quelli che - scrive Nodder - come il re Davide, conoscono personalmente il Signore come pastore e padrone di casa, non abbiamo nulla da temere. Possiamo affrontare la morte con coraggio, convinzione e pace, perché sappiamo che egli “ha distrutto la morte e ha messo in luce la vita e l’immortalità mediante il vangelo”».

Marcus Nodder è pastore della St Peter’s Barge, una chiesa galleggiante ormeggiata al Canary Wharf di Londra, che si rivolge ai lavoratori del noto distretto finanziario. È sposato con Lina e ha quattro figli.

SCHEDA TECNICA

Marcus Nodder
Cosa accadrà quando morirò?
E altre domande su paradiso, inferno e vita futura

Pagine 132 – 9,00 € 
Collana Miscellanea
Formato 11,5x16,8
ISBN 978-88-97963-21-9
Prima edizione: Settembre 2015

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Cosa accadrà quando morirò e anche acquistarlo online.

Battaglia spirituale, istruzioni per l'uso

battaglia spiritualeIl tema del combattimento “contro le potenze dell’aria” ricorre spesso nella Bibbia, ma negli ultimi secoli le chiese hanno rischiato di fraintenderne i contenuti. Augustus Nicodemus, Bibbia alla mano, offre alcuni spunti di riflessione.

Le possessioni esistono, e come superarle? L'occultismo è una questione seria o solo folklore? La magia ha davvero poteri soprannaturali, oppure si tratta solo di suggestione? La superstizione ha basi concrete oppure è solo una reazione infantile di fronte a situazioni difficili? Le manifestazioni spiritiche sono reali o sono frutto di un autocondizionamento? L'ossessione per il mondo degli spiriti è solo una passione eccentrica o il sintomo di un problema? Benedizioni e maledizioni hanno davvero effetto sulla vita delle persone?

Spiriti, demòni, presenze occulte sono state una preoccupazione costante per l'essere umano di ogni epoca: entità invisibili e, per questo, ancora più difficili da dominare.

Con l'avvento del cristianesimo la cultura occidentale ha acquisito una nuova prospettiva sul tema, basata sull'insegnamento di Gesù e degli apostoli. Ma, con il tempo, anche la chiesa ha perso di vista il corretto approccio con la parte oscura della spiritualità, correndo il rischio di non sapercisi più relazionare. Nel dubbio, alcune correnti dottrinali hanno semplicemente eliminato dalla loro teologia i riferimenti a questo versante, ignorandolo; altri hanno enfatizzato pratiche poco bibliche, con il rischio di perdere di vista il corretto insegnamento biblico sul tema. La società, da parte sua, ha sempre subito il fascino dell'occulto; molti, per curiosità o disperazione, ne sono rimasti coinvolti e gli approcci contraddittori dei credenti non hanno aiutato a dare una direttiva chiara sull'argomento.

Qual è, allora, il giusto equilibrio sul tema?

A proporre un ampio e accurato studio sul tema è il pastore evangelico brasiliano Augustus Nicodemus nel suo ultimo libro, "La battaglia spirituale", giunto alla sua quarta edizione portoghese, disponibile ora anche in Italia grazie all'impegno di BE Edizioni.

Bibbia alla mano, nelle oltre duecento pagine del volume Nicodemus - uno dei più noti teologi del Sudamerica e apprezzato conferenziere a livello internazionale - analizza i vari approcci alla materia - storici e attuali, cristiani e pagani - per inquadrare la questione in maniera precisa, obiettiva ed equilibrata, per poi fornire una panoramica sugli insegnamenti biblici messi a confronto con le principali dottrine cristiane legate alla battaglia spirituale, «nel tentativo - spiega l'autore nell'introduzione - di offrire agli evangelici una risorsa utile per il discernimento e la crescita nella verità che c’è in Cristo». Con una convinzione di fondo: la sfera spirituale, nella vita del credente e delle chiese, non va sottovalutata né sopravvalutata, ma dev'essere tenuta sempre nella giusta considerazione.

Al termine del percorso, Nicodemus offre inoltre al lettore una serie di suggerimenti pastorali pratici sul modo più opportuno per affrontare anche nel concreto l'argomento.

Augustus Nicodemus Lopes, brasiliano, è pastore presbiteriano. Si è laureato in teologia presso il seminario presbiteriano di Recife (Brasile), perfezionato con un master in Nuovo Testamento conseguito presso l’Università riformata di Potchefstroom (Sudafrica), un dottorato in ermeneutica biblica presso il Westminster Theological Seminary (USA) e ulteriori studi al Seminario riformato di Kampen (Olanda). È stato rettore per dieci anni dell’Università presbiteriana Mackenzie. È autore di diversi libri tra cui Che cosa stanno facendo alla chiesa L’ateismo cristiano. Sposato con Minka Schalkwijk, ha quattro figli: Hendrika, Samuel, David e Anna.

Il tema della battaglia spirituale sarà anche al centro dei due interventi che il pastore Nicodemus terrà, il 4 e 5 settembre a Padova, nell'ambito delle Giornate teologiche 2015

SCHEDA TECNICA

Augustus Nicodemus 

La battaglia spirituale

Pagine 221 – euro 22,00

ISBN 978-88-97963-15-8

Prima edizione: Settembre 2015

Potete acquistare il libro "Battaglia spirituale" nel nostro shop


 

Le chiese evangeliche e la libertà religiosa in Italia (seconda parte)

Piazza Duomo and Milan Cathedral Duomo di Milano in MilanGli articoli 7 e 8 della Costituzione concedono alle confessioni religiose di riferimento grandi possibilità di spazio e di movimento rispetto ai culti che invece rimangono sotto il cappello della legislazione fascista sui culti ammessi. Per superare questa oggettiva condizione di disparità, nell’ottobre del 2006 sono stati proposti alcuni progetti di legge sulla libertà religiosa e sulla abrogazione della legislazione sui culti ammessi da parte dell’on. Marco Boato (del gruppo Misto-Verdi) e da parte dell’on. Valdo Spini (del Partito Democratico di Sinistra – L’Ulivo).

Le proposte di legge non hanno mai visto la luce soprattutto perché la gerarchia cattolica si è opposta con forza a due principi in esse contenuti: l’eguale trattamento delle diverse confessioni religiose e l’applicazione del principio di laicità per tutte le fedi che esercitano la propria missione sul territorio italiano. Rimostranze su questi e su altri aspetti sono state fatte ai componenti della Commissione Parlamentare incaricata di studiare queste proposte di legge direttamente dal segretario della Cei, mons. Giuseppe Betori, il quale insisteva perché in materia si mantenesse una gerarchia “a tre piani”: in alto, la Chiesa Cattolica e i suoi Patti Lateranensi, al primo piano, le Intese con chi vuole o può stipularle, al piano terra, invece, i culti “riconosciuti”, regolati da una nuova legge sulla libertà religiosa.

Leggi tutto: Le chiese evangeliche e la libertà religiosa in Italia (seconda parte)

Il papato. Una guida (non solo) evangelica

200.png papatoLa nascita, lo sviluppo nella storia, le relazioni con le altre fedi - dagli attriti con i riformatori all’approccio ecumenico del nostro secolo: il teologo Leonardo De Chirico, attento studioso delle vicende vaticane, analizza una carica religiosa nota a tutti, ma che pochi conoscono a fondo. 

Appena asceso al soglio pontificio, Jorge Mario Bergoglio ha conquistato il mondo con la sua simpatia, la sua semplicità, il suo talento comunicativo. Fin da quel primo “buonasera!” tutti hanno capito che il suo sarebbe stato un papato diverso, proiettato nel terzo millennio, foriero di sorprese. Eppure, per comprendere al meglio la portata dei cambiamenti, veri o presunti, concreti o in divenire, dell’attuale pontefice, è necessario prima fare un passo indietro e interrogarsi sulle premesse: chi è il papa e in che modo la chiesa cattolica romana definisce il suo ruolo? Che relazione c’è tra Pietro e il ruolo di pontefice della chiesa cattolica? Pietro è stato il primo papa? Come può una posizione di guida nella chiesa cristiana avere assunto un potere temporale così significativo? E perché la città di Roma è stata così importante in questo processo?

Nel suo nuovo libro, pubblicato da BE Edizioni, il teologo evangelico Leonardo De Chirico, attento osservatore delle dinamiche attinenti ai rapporti tra cattolicesimo e mondo evangelico, parte da queste premesse per tratteggiare quello che vorrebbe essere il papato e ciò che, in effetti, è.

Dalla figura del papa visto attraverso i suoi titoli e simboli De Chirico - che con il suo blog, Vatican Files, negli ultimi anni ha acquisito un ruolo di riferimento a livello internazionale per gli evangelici sul tema dei rapporti con il cattolicesimo - passa poi ad analizzare il fondamento biblico del papato e il ruolo che il vescovo di Roma ha avuto nella storia: lo sviluppo storico del papato fino al Rinascimento, il modo in cui veniva visto dai riformatori protestanti, la Controriforma, fino all’azione dei papi contemporanei, al dialogo ecumenico e alle prospettive del papato di fronte alla globalizzazione. A corredo del testo il volume propone una serie di utili “Argomenti di interesse”, note sintetiche a margine relative a dati, dettagli, curiosità sul tema.

L’autore, attraverso l’excursus storico e le analisi dottrinali proposte, punta a delineare e sintetizzare il complesso intreccio biblico, storico e teologico del papato osservato da un punto di vista evangelico: il risultato è un volume rivolto principalmente a chi guarda la chiesa cattolica dall’esterno, ma il lettore comprenderà già dalle prime pagine come, in realtà, questa “guida” possa offrire qualche elemento utile in più anche a chi il cattolicesimo lo vive dall’interno.

Il volume, pubblicato anche in inglese, è stato presentato al Salone del libro 2015 con una tavola rotonda che ha visto la partecipazione, oltre che dell’autore, del vaticanista Marco Politi del Fatto quotidiano e di Luca Rolandi, direttore del settimanale cattolico torinese La voce del popolo. Il video della presentazione è disponibile sul canale youtube di BE Edizioni, alla pagina www.youtube.com/user/beedizioni.

Leonardo De Chirico è pastore della chiesa evangelica Breccia di Roma, professore di teologia storica all’Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione di Padova e direttore della rivista Studi di teologia. È tra i curatori del Dizionario di teologia evangelica, EUN, Marchirolo (VA), 2007; rist. 2014.

Leonardo De Chirico

Il papato. Una guida evangelica

Pagine 116 – euro 14,00

ISBN 978-88-97963-33-2

Prima edizione: Maggio 2015

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Il papato e anche acquistarlo online.

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina della informativa sui cookies