"Perchè Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna."
Giovanni 3:16

Chi siamo

BE Edizioni è una piccola casa editrice fiorentina. Dal 2010 produciamo libri di ispirazione cristiana con l'obiettivo di diffondere in Italia il pensiero evangelico, valorizzandone la ricchezza per offrire al lettore un'esperienza cristiana che abbiamo trovato stimolante e che, riteniamo, possa dare molto a chi cerca la Verità.

I nostri libri raccontano la nostra idea di fede cristiana: un'idea serena, onesta, attenta alla realtà, capace di dialogare con tutti confrontandosi con rispetto ma senza timori reverenziali.

Il nostro approccio spazia tra la teologia e l'etica quotidiana, perché riteniamo che per un cristiano oggi sia fondamentale approfondire il pensiero biblico e, allo stesso tempo, applicarlo alle molteplici sfide del contesto sociale in cui vive e opera.

A completare la nostra offerta si sono aggiunte nel tempo otto collane specifiche che attingono a proposte italiane o si allargano al panorama internazionale per raccogliere gli stimoli, gli spunti ma anche gli allarmi di un mondo cristiano in continuo fermento.

Il sogno di BE Edizioni diventa realtà, giorno dopo giorno, grazie a una squadra giovane ed entusiasta che contribuisce con passione alla realizzazione dei suoi progetti editoriali, curandone con attenzione ogni aspetto, per offrire al lettore un'esperienza originale e caratterizzata dalla qualità.

BE Edizioni Blog

Gli orfani, una sfida senza tempo

La cura degli orfani copertinaCon un libro che alterna dottrina e pratica, Tony Merida e Rick Morton sottolineano l’importanza di un impegno che la chiesa non può trascurare.

Nella Bibbia sono frequenti i riferimenti agli orfani e alla cura che i figli di Dio dovrebbero avere nei loro confronti. Una sfida che la chiesa di oggi ha in parte messo in secondo piano, e che Tony Merida e Rick Morton riportano in cima all'agenda dell’impegno cristiano.

I due autori hanno sperimentato entrambi in prima persona il significato dell'adozione dando una casa e una famiglia a otto bambini. Un atto che non considerano solo un impegno umanitario, ma una precisa chiamata cristiana. E inoltre, ricorda Morton, attraverso l'adozione «Dio ha dischiuso di fronte a noi... è stato un grandioso percorso per comprendere di più lui, la sua storia, il suo piano e il suo popolo».

Al centro del libro, c'è il concetto di adozione e cura dell’orfano fondati sul vangelo. «Non ci consideriamo degli esperti - precisa Merida -, ma piuttosto dei difensori spirituali degli orfani, desiderosi di rispondere alle domande e fornire alcune delle soluzioni che stiamo vivendo sulla nostra pelle... Tutto ciò di cui ci occupiamo in questo libro è una riflessione sul vangelo. Ogni sfida che lanciamo è motivata dal vangelo. L’adozione è un’illustrazione del vangelo nella vita reale e ci mostra il modo in cui Dio trasforma degli orfani spirituali in membri della famiglia. Egli cambia i nostri nomi, la nostra identità e le nostre famiglie attraverso la sua grazia. La cura degli orfani è l’insieme di azioni misericordiose che scaturiscono dal cuore di qualcuno che è stato cambiato dal vangelo».

In nove capitoli i due autori affrontano la questione da un punto di vista teologico (“In che modo la nostra adozione da parte di Dio è simile all’adozione dei bambini da parte nostra?”), pratico (“Qual è la condizione degli orfani nel mondo?”), rispondono alle domande più comuni dei loro interlocutori (“Perché spingi per l’adozione e la cura degli orfani?”), offrono utili spunti a chiese e missioni in questa direzione, con indicazioni ed esempi concreti.

In appendice vengono offerte una sezione dedicata specificamente alle madri e una serie di risorse ulteriori, tra cui un presentazione della realtà giuridica italiana sul tema.

Gli autori

Tony Merida è pastore presso la Imago Dei Church a Raleigh, nella Carolina del Nord, ed è professore universitario presso il Southeastern Baptist Seminary di New Orleans. È padre di cinque bambini adottati.

Rick Morton è padre di tre bambini adottati in diversi Paesi. Insieme alla moglie è cofondatore di Promise 139, un’opera internazionale con sede a Hattiesburg, in Mississipi, che offre ospitalità agli orfani.

Scheda tecnica

Tony Merida e Rick Morton

La cura degli orfani

Tornare a un’idea di adozione e cura degli orfani fondata sul vangelo

Pagine 223 – euro 9,90

Formato 15x21

Prima edizione: Dicembre 2016

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro La cura degli orfani e anche acquistarlo online

Dalla chiesa agli ultimi tempi

Efesini1e2 TessalonicesiContinua l’impegno di BE Edizioni nella pubblicazione delle Guide di John Stott

Prosegue la pubblicazione delle Guide allo studio di John Stott a cura di BE Edizioni: alla nutrita serie già disponibile si aggiungono ora due volumi, Efesini. Edificare una comunità in Cristo e 1 e 2 Tessalonicesi. Vivere negli ultimi tempi.

Lo studio sulla Lettera agli Efesini punta a riscoprire “la comunità dei salvati”, spesso trascurata ma essenziale per una comprensione completa dell'insegnamento di Cristo tenendosi lontani da un “vangelo individuale”: «Efesini - spiega Stott - è il vangelo della chiesa, che espone il piano eterno di Dio nel creare mediante Gesù Cristo una nuova società che si stagli luminosa sullo sfondo oscuro del vecchio mondo».

Le due epistole ai Tessalonicesi si concentrano invece sul versante escatologico, e nel contempo, spiega Stott, “rivelano l’autentico Paolo”, l'umanità dell'apostolo talvolta messa in ombra dal suo ministero spirituale: un Paolo che ama i Tessalonicesi come un padre e li guida come un pastore, «si preoccupa con ansia del loro benessere, li ammaestra e li ammonisce, li supplica di restare saldi e prega per loro in modo costante, insistente e personale».

Basate sui commentari Bible Speaks Today di John Stott, le Guide allo studio affrontano capitolo dopo capitolo i vari temi affrontati dall'apostolo; si caratterizzano per il popolare ed efficace metodo induttivo di studio della Bibbia e risultano adatte sia allo studio individuale, sia al lavoro di gruppo.

Della stessa collana sono già disponibili: Romani. Incontrando la potenza del vangelo; Atti.

Lo Spirito in azione ; Galati. Sperimentare la grazia di Cristo; 1 Timoteo e Tito. Combattere il buon combattimento; 2 Timoteo. Stare saldi nella verità; Apocalisse. Il trionfo di Cristo.

L'AUTORE

John R. W. Stott (1921-2011) è uno degli studiosi della Bibbia più amati del mondo. Già pastore della chiesa All Souls di Londra, nel 2005 è stato inserito dalla rivista Time nell’elenco delle “cento persone più influenti del mondo”. Autore dallo stile incisivo e profondo, i suoi libri sono stati tradotti in decine di lingue, vendendo milioni di copie.

SCHEDA TECNICA VOLUMI

John Stott

Efesini

Edificare una comunità in Cristo

Collana Guide allo studio

Pagine 91 – euro 9,90

ISBN 978-88- 97963-22- 6

Prima edizione: novembre 2016

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Efesini e anche acquistarlo online

 

John Stott

1 e 2 Tessalonicesi

Vivere negli ultimi tempi

Collana Guide allo studio

Pagine 81 – euro 9,90

ISBN 978-88- 97963-57- 8

Prima edizione: novembre 2016

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro 1 e 2 Tessalonicesi e anche acquistarlo online

Disintossicare l'intimità

disintossicazione sessualeArriva in Italia il libro di Tim Challies sulla dipendenza da pornografia.

Tim Challies ama le sfide, e lo dimostra affrontando un tema delicato e imbarazzante per la maggior parte delle persone, e in particolare i giovani: la dipendenza dalla pornografia. Ma, soprattutto, si occupa di come uscirne: non a caso il volume, pubblicato ora in italiano da BE Edizioni, si intitola Disintossicazione sessuale.

Pastore a Toronto, in Canada, autore di numerosi libri e di un sito particolarmente seguito, nel suo libro Challies non si perde in preamboli né in giri di parole, e affronta con una certa decisione l'argomento principale, il (complicato) rapporto tra il credente e la sessualità. Nel volume Challis si concentra sulle opzioni che, complice una diffusione sempre più pervasiva della pornografia, portano le persone (gli uomini, ma non solo) a sviluppare fantasie e a dare loro corpo: una pratica che si basa su falsi miti ("la Bibbia non la condanna esplicitamente") e credenze infondate, e che comporta un rischio per la salute spirituale del cristiano e lo sviluppo in prospettiva di una vita sessuale sana.

A riassumere il senso dell'opera sono tre ventenni, membri della chiesa curata da Challies, cui è stata affidata l'introduzione: «Lo scopo di questo libro - spiegano - non è farti ammettere che il peccato sessuale è sbagliato... sappiamo tutti che il peccato sessuale è sbagliato, ma abbiamo bisogno di capire perché lo è e di comprendere che Dio ha creato la sessualità per qualcosa di più grande». Del resto, concludono, «quando crediamo nel nostro cuore che la visione del sesso della Bibbia è migliore della nostra visione peccaminosa al riguardo, non smetteremo di essere tentati, ma smetteremo di abbandonarci al peccato».

In appendice al volume viene proposto un sermone di un grande predicatore dell'Ottocento, Charles Spurgeon, intitolato "Conforto per chi è nella tentazione", centrato sul passo di I Corinzi 10:13 («Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscirne, affinché la possiate sopportare»).

L'AUTORE

Tim Challies è pastore della Grace Fellowship Church di Toronto e autore di vari libri, tra cui tradotti in italiano La disciplina del discernimento spirituale (ADI Media) e La storia che verrà (Alfa e Omega). È amministratore del sito di informazione ed edificazione cristiana challies.com e co-fondatore della casa editrice evangelica Cruciform Press.

SCHEDA TECNICA

Tim Challies

Disintossicazione sessuale
Una guida per i ragazzi stanchi della pornografia

Collana Miscellanea
Pagine 152 – 9 €
Formato 11,50 x 16,8
ISBN 978-88-97963-51-6
Prima edizione: settembre 2016

Se desiderate potete sfogliare una parte del libro Disintossicazione sessuale e anche acquistarlo online

 

La pazzia del vangelo e le pazzie degli evangelici

pastor pilaoL’apostolo Paolo scrisse ai corinzi che la predicazione della croce è pazzia per la mente carnale e naturale, per coloro che periscono (1 Corinzi 1:18,21,23; 2:14; 3:19). Lui stesso fu chiamato pazzo da Festo, mentre gli annunciava il messaggio della croce (Atti 26:24). Poco prima, ad Atene, era stato deriso dai filosofi epicurei e stoici, mentre annunciava loro il messaggio della croce e della risurrezione (Atti 17:18-32).

Il vangelo sembrerà sempre pazzia per gli uomini che non sono stati rigenerati. Tuttavia, non c’è niente di cui vergognarci, se veniamo considerati pazzi a causa del messaggio della croce e della risurrezione che annunciamo. Come ha scritto Pietro, se dobbiamo soffrire, ciò avvenga perché siamo credenti, non perché siamo assassini, ladri, malfattori o come chi s’intromette negli affari degli altri (1 Pietro 4:15-16).

Su questa stessa linea, l’apostolo Paolo, a un certo punto della Lettera ai Corinzi, chiede loro di evitare di sembrare pazzi: “Quando dunque tutta la chiesa si riunisce, se tutti parlano in altre lingue ed entrano degli estranei o dei non credenti, non diranno che siete pazzi?” (1 Corinzi 14:23). Ossia, l’apostolo non voleva che i cristiani dessero al mondo motivi per essere chiamati pazzi, se non a causa della predicazione della croce.

Purtroppo, gli evangelici – o una parte di loro – non hanno dato ascolto alle parole di Paolo che è bene cercare di non sembrare più pazzi di quanto non ci considerino già. Nell’ambiente evangelico c’è tanta insensatezza, mancanza di saggezza, superstizione e cose ridicole, che finiscono per dare ai nemici di Cristo una frusta con cui colpirci. Siamo ridicolizzati, disprezzati, diventiamo motivo di beffa, non perché predichiamo Cristo crocifisso, ma per sciocchezze, stupidaggini e bazzecole, tutte fatte in nome di Gesù Cristo. Cosa credete pensi il mondo di un predicatore che afferma di aver avuto una visione, in cui una gallina parla in lingue e un gallo interpreta in nome di Dio, portandogli una rivelazione profetica? Possiamo forse dire che l’imbarazzo provocato da ciò sia il risultato della predicazione della croce? Oppure ancora, il “pastore trottola”, che dopo aver parlato in lingue e profetizzato, gira su sé stesso come risultato dell’unzione di Dio?! Oppure, “l’unzione del leone”, presumibilmente ricevuta da parte di Dio durante un concerto cristiano, che porta la persona a camminare a gattoni sul palco come un animale selvatico?!1

Lo so che argomenteranno come Dio abbia parlato attraverso l’asina di Balaam e possa parlare attraverso i gallinacei unti. Ma la differenza è che l’asina parlò per davvero. Nessuno ha avuto una visone in cui l’asina parlava. Deve aver parlato nella lingua di Balaam e non in lingue strane. A quel tempo, mancavano profeti e Dio aveva solo un’asina per riprendere il mercenario Balaam. Non avrei problemi, se un pollaio intero parlasse in portoghese, in mancanza di uomini e donne di Dio in Brasile, ma non mi sembra che sia questo il caso.

So che Dio ordinò a dei profeti di camminare seminudi,2 profetizzare e fare cose strane, come nascondere cinture di lino affinché marcissero.3 Ancora, ordinò ad altri di mangiare miele selvatico e locuste e di vestirsi di pelli di animali.4 Tutto questo aveva senso a quell’epoca, quando la rivelazione scritta, la Bibbia, non era ancora pronta e i profeti erano strumenti di Dio per la sua rivelazione speciale e infallibile. Non vedo alcuna somiglianza tra il pastore trottola, la pastora leone e il profeta Isaia, che camminò seminudo e scalzo per tre anni come simbolo di ciò che Dio avrebbe fatto all’Egitto e all’Etiopia (Isaia 20:2-4).

Lo so che il mondo deriderà sempre i credenti, ma che questa derisione, come voleva Paolo, sia il risultato della predicazione della croce, la proclamazione delle verità del vangelo e non il frutto della nostra insensatezza.

Io non mi vergogno della pazzia del vangelo, ma delle pazzie di alcuni che si dicono evangelici.

Augustus Nicodemus Lopes , brasiliano, è pastore presbiteriano. Si è laureato in teologia presso il seminario presbiteriano di Recife (Brasile), perfezionato con un master in Nuovo Testamento conseguito presso l’Università riformata di Potchefstroom (Sudafrica), un dottorato in ermeneutica biblica presso il Westminster Theological Seminary (USA) e ulteriori studi al Seminario riformato di Kampen (Olanda). È stato rettore per dieci anni dell’Università presbiteriana Mackenzie. È autore di diversi libri tra cui La battaglia spirituale e Che cosa stanno facendo alla chiesa(pubblicati in italiano da BE Edizioni). Sposato con Minka Schalkwijk, ha quattro figli: Hendrika, Samuel, David e Anna.

Estratto del volume '' L’ateismo cristiano e altre minacce alla chiesa ''.

1 Purtroppo, negli ultimi dieci anni, questi fatti sono tutti realmente avvenuti all’interno della chiesa brasiliana, come si può anche verificare cercando i relativi video su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=xRNWvstH5sQ https://www.youtube.com/watch?v=kw7izx-FuSw (nde)

2 Cfr. Isaia 20:2-4 (ndr).

3 Cfr. Geremia 13:1-11 (ndr)

4 Cfr. Matteo 3:4; Marco 1:6 (ndr).

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina della informativa sui cookies